Evvai di sondaggio!

Evvai di sondaggio! Purtroppo si conferma quanto si poteva immaginare. Il centrodestra riminese rimane diviso su qualsiasi idea di città e per le amministrative comunali bussa a Roma per farsi scegliere il candidato via Milano.

Due delle più note star televisive della casta politica romana, Gasparri e Cicchitto, decideranno il candidato sindaco di Rimini. Come? Con telefonate ai riminesi fatte da Milano.  Il sondaggio telefonico dovrà chiarire se per il PDL locale è meglio un candidato sindaco “civico”, o un candidato sindaco “tutto politico”. Da notare che i nomi del “civico” sono indicati dai tre politici riminesi del PDL e i nomi del candidato “tutto politico” sono gli stessi politici riminesi che, appunto, hanno indicano il civico. Alla fine Gasparri e Cicchitto decideranno.  

Concetto un po’contorto, purtroppo veritiero.Ben inteso, massimo rispetto per tutte le persone protagoniste. Rilevo un fatto per me importante. Rimini per crescere, per avere una direzione di marcia, ha bisogno di un conforto serio e trasparente. Per fare due esempi, sulla innovazione dello sviluppo, sugli scenari del Piano Strategico, in fin dei conti su come la città si gioca la partita del terzo millennio. Peccato che l’eterno conflitto dentro il centrodestra eviti temi e contenuti. Peccato che ancora una volta i riminesi nei prossimi mesi dal centrodestra si dovranno aspettare dopo le liti un po’ di propaganda (magari contro il comunismo) e un candidato che avrà l’onore e la forza del sigillo di Cicchitto e Gasparri (Cicchitto e Gasparri!!!). Peccato per Rimini.

Questa voce è stata pubblicata in News. Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>