Un vortice di emozioni grazie a tutti

Sono momenti incredibili. Momenti che restano dentro per sempre. E di tutto questo ringrazio voi, ringrazio Rimini, ringrazio la Rimini per bene, che durante questi lunghi mesi mi ha sostenuto e incoraggiato a portare avanti un proposta innovativa per la città. Nelle prossime ore sarò forse più lucido nel valutare appieno cosa è accaduto oggi, ma adesso sono felice di essere sballottato in questo vortice di emozioni, fatto di complimenti, di sorrisi, di incoraggiamenti e soprattutto di tanta fiducia. Si, la maggioranza dei riminesi mi ha dato una grande responsabilità, la maggioranza dei riminesi, ha voluto aprire un credito nei miei confronti e adesso sento tutta la responsabilità di questo. Da domani si comincia a lavorare. Anzi già da stasera, per concretizzare quella proposta di cambiamento che è stata il cardine di questo successo. Non sarò un uomo solo al comando. Non mi chiuderò in ufficio pensando di cambiare le sorti del mondo, aprirò una fase nuova insieme alla città. Adesso, con mille pensieri, mille sensazioni che mi avvolgono, torno a festeggiare dopo una campagna così dura e complessa. E’ giusto festeggiare. Grazie a tutti.

Questa voce è stata pubblicata in News. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Un vortice di emozioni grazie a tutti

  1. Marco scrive:

    Congratulazioni Andrea.
    Sono felice per te e per le persone che ti stanno vicino.
    Vorrei anche ricordare la tua Mamma, che a Rimini ha dato tanto. Scusami, ma ogni tanto mi commuovo e questo è uno di quei momenti.

    Rimini aveva bisogno di un sindaco visionario che andasse oltre al futuro prossimo. Tu adesso sei il nostro Sindaco, di tutti e soprattutto di questa incredibile città che è Rimini.
    In questo confusionario messaggio, mi senti di aggiungerti un paio di cose…
    tu disponi di alcune qualità che pochi hanno: la semplicità tra le prime e poi, la curiosità nel sapere… vai avanti così, sii come un bambino e meravigliati ogni giorno di questa Città e abbi cura del nostro Tricolore, del nostro Inno e della nostra Costituzione. Tu ben sai, dal preambolo dello Statuto della nostra Regione Emilia-Romagna, quali sono le nostre radici. Da lì troveremo lo slancio per andare avanti in questo futuro, che stasera è tutto tuo.

    Bravo Andrea!!! e grazie del sogno. Marco M.

    • luca scrive:

      buongiorno andrea,
      volevo farle una proposta. Perchè non facciamo qui a Rimini un bel museo della Marineria in zona turistica centrale? Sarebbe molto frequentato, scolaresche anche. E’ una cosa che manca a Rimini e si farebbe realmene con una spesa irrisoria ed anche utilizzando risorse, umane e non, comunali. Valuti, ci pensi: è una buona idea anche in termini di comunicazione sua.
      Aggiunto una piccola cosa sempre in tema. Noi vedimo che esempio a Cesenatico l’area portuale è caratterizzata da una miriade di localini cucina pesca. Via sx del porto, piuttosto sofferntre a me pare, sarebbe la sede adatta per attvità di questo genere. Certo non le puo’ fare il sindaco… Ma un Museo della Marineria potrebbe essere la prima pietra di una rinascita della zona da mettere nel calderone turistico e coinvolgere un po’ nel turismo quell’area, proprio come a Cesenatico. Il museo di potrebbe anche realizzare alla sx che tanta tradizione ha, ma sarebbe di minor appeal. Uno c’è, è a Viserbella ma è a livello amatoriale…
      luca
      Saluti,
      Alberto

  2. luca scrive:

    … altre cose che potrebbe fare subito
    riformare l’urp, ormai egemoniazzati da per carità pero’ “erinni”, metter gente piu giovane, come in passato- il servizio notarile lo trovo una carezza ai poveri – le bici pubbliche sono tutte scassate ormai, la coop che dovrebbe garantirne l’efficienza latita – tra l’altro in piazza kennedy, delinquenti per lo rabbia di nn poterle rubare ne hanno tagliato i manubri a un paio -
    pesaresi: grosso problema, inutile dire che volere volaere il signore il suo business lo deve spostare – la biblio è da rinnovare ma sei mangiano tutto conferenzieri e dipendenti dove si trovano in fondi??

    la parte cittadina “complementare” al centro politico economico piazza ferrari -cavour ossia zona arco d’augusto -piazza 3 martiri soffre di una disparità di trattamento per l’assenza di palazzi pubblici e quindi comincia ad essere degradata, anche per la vicinanza col parco dove stazionano alcolisti est europa etc,poi le poste dove c’è sempre qualcuno che si apposta e punta i vecchietti – la conad stessa ha problemi di ladruncoli barboni e anche la coin
    le befane deve essere integrato con la citta mediante una rete di trasporto pubblico e deve avere come tutti un occhio di riguardo nelle assunzioni verso i riminesi
    le forze dell’odrine, pur genrosissime fanno un po’ i furbi, nn ne in giro, “indagano” mah!
    non è piu possibile che non esista un passaggio mare monte dall’arco al ponte, per le auto che girano girano inquinano bisognera fare un paio di passagggi che taglino la citta e sveltiscano il traffico?
    l’entroterra, i nostri splendidi borghi fotificati, ma chji glielo dice a vitali?
    molti residence affittano a prostitute: proprio alle spalle del luogo dove esercitano, non ci vuole molto a capirlo
    tram nn ne parliamo
    multe per divieto sosta: tanti comuni hanno abbandonato questo sistema per far cassa… cittadini e turisti le odiano!
    mostre goldin – arte e finanza ormai binomio inscindibile, ma il comune potrebbe metterci il suo gonfalone nel castello che fu di sismondo?

    qualche idea saluti e divertiti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>